martedì 17 febbraio 2009
Nella prima fase di un’ emergenza si verifica spesso l’interruzione o il sovraccarico dei sistemi di comunicazioni standard
(Telefoni cellulari, internet, TV, ecc....)
Diventa necessario un sistema autonomo ed indipendente di comunicazione:

LA RADIO


In emergenza, la radio viene usata per coordinare i soccorsi e monitorare gli eventi.

All’interno dell’ Associazione Nazionale Alpini, il nostro gruppo, fa parte dell'UNITA' DI PROTEZIONE CIVILE della Sezione di Vicenza e rappresenta una delle entità operative che gestisce e cura le telecomunicazioni su richiesta degli enti preposti.

REFERENTE SEZIONALE: Marco Barbieri

VICE REFERENTE: Barbara Pegoraro

radioamatori

giovedì 10 novembre 2011
Riportiamo alcune parti significative da Wikipedia:

Il radioamatore, in gergo OM (acronimo dall'inglese Old Man) o ham, è uno sperimentatore, senza finalità di lucro, del mezzo radio e delle radiocomunicazioni intese nella più ampia accezione del termine.
Il radioamatore per poter operare deve avere superato un esame scritto, indetto con cadenza in genere semestrale, dal Ministero delle Comunicazioni per il conseguimento di una patente.

Ottenuta la necessaria abilitazione (patente) con il superamento dell'esame, il radioamatore potrà trasmettere da una stazione autorizzata qualsiasi. Se non sussistono elementi pregiudizievoli sulla persona (ad esempio importanti precedenti penali), è possibile ottenere dallo stesso Ministero l'autorizzazione ad impiantare una propria stazione (una volta chiamata ""licenza"", ora ""autorizzazione generale""). La stazione, che in questo modo il radioamatore è autorizzato ad impiantare, è identificata in tutto il mondo in maniera univoca da un nominativo radioamatoriale. Il nominativo viene assegnato dal Ministero ed identifica la stazione ed il suo titolare.


per maggiori informazioni http://it.wikipedia.org/wiki/Radioamatore



ECCO CHI SIAMO:

2225123 visite

TrasmissioniAnaVicenza

Tel: 3470960980
Email: info@trasmissionianavicenza.it