LA NOSTRA STORIA

mercoledì 17 dicembre 2008
Tutto nasce nel 1991 quando a Vicenza si svolse l’Adunata Nazionale (nella pagina CURIOSITA' trovate la soria completa dell'Adunata), considerata anche esercitazione di Protezione Civile. La necessità di coprire il territorio durante una manifestazione così importante porta la Sezione di Vicenza dell’A.N.A. a chiedere a Gianni Pinton di intervenire con adeguati mezzi di supporto. Poco dopo aver acquistato il materiale occorrente e con qualche difficoltà, il servizio radio fu svolto in maniera decorosa da un gruppo di radioamatori di Vicenza con l’aiuto degli amici di Marostica.

Al termine di tutto ciò la collaborazione delle trasmissioni con l’A.N.A. pian piano si spense.

Nel Giugno del 1998 in vista della rituale “Triveneta” la nostra Associazione comincia a rendersi conto che la necessità di dover comunicare tra le varie attività non è del tutto sbagliata.
Per tentare di sopperire al problema si pensò inizialmente di chiedere supporto ad un Radio Club di Vicenza, come già fatto in passato e così circa 7 persone iniziarono l’attività di OPERATORE RADIO come volontario di P.C.
I buoni risultati di questi volontari, portarono l’ A.N.A. della Sezione di Vicenza, a chiedere la formazione di una SQUADRA SPECIALISTICA per le TRASMISSIONI.

Pian piano tra corsi di aggiornamento e acquisto di materiale arriva l’Aprile del 2000, dove a Feltre si svolge l’esercitazione Triveneta denominata FELTRIA 2000.
Proprio in questa occasione avviene il battesimo ufficiale della squadra.

Da quel giorno siamo in continua crescita formativa e presenti a tutte le attività della sezione,
senza dimenticare le esercitazioni e gli interventi su tutto il territorio Nazionale.

protezione civile

domenica 6 novembre 2011
Dal sito www.ana.it

La Protezione civile dell’ANA nasce in pratica all'inizio degli anni ottanta, come attività organica ma si può dire che il germe sia stato gettato nel 1976 nel Friuli devastato dal terremoto in cui l'Associazione Nazionale Alpini , prendeva coscienza di avere nelle sue fila un patrimonio di esperienze, volontà entusiasmo che poteva essere canalizzato là dove se ne rilevava la necessità.

Da allora è stato un crescendo di coinvolgimenti, addestramenti, acquisizioni di materiali, mezzi ed esperienze ma anche e, forse, soprattutto di realizzazioni di interventi.

La nostra Protezione civile è sempre presente dove viene richiesta, sia al livello di Dipartimento della Protezione civile presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, sia nei territori montani per l'antincendio boschivo e nelle opere di prevenzione in cooperazione con Comuni, Province, Comunità Montane e Regioni.

Sempre pronta per interventi di emergenza, la Protezione civile ANA è comunque impegnata costantemente nelle importanti e strategiche attività di prevenzione e previsione con interventi di recupero, bonifiche ambientali e salvaguardia dei territori soprattutto montani.

Da ricordare anche l'ospedale da campo, realizzato nel corso degli anni e gestito da volontari ANA, che è stato attivo in Armenia, in Albania ed anche con aliquote in tutte le emergenze nazionali, non ultimo a Roma per il Giubileo mondiale dei giovani.

... e dal sito www.anavicenza.it


Gli alpini della sezione di Vicenza sono nella protezione civile da quasi 20 anni con le prime due storiche squadre A.I.B., antincendio boschivo, di Chiampo e di Montecchio Maggiore.

In seguito il numero dei volontari è andato sempre crescendo e si sono formate via via altre squadre a Vicenza, Montecchio Precalcino, Noventa Vicentina, ecc..

Gli interventi per cui venivamo chiamati o che intraprendevamo di nostra iniziativa sono sempre stati molti ma a carattere locale, in special modo in aiuto alle amministrazioni comunali nei casi di necessità.

Alla fine del 1991 le due nuove leggi sul volontariato n. (266/91) e sulla protezione civile (n. 225/92) hanno cambiato il volto della protezione civile riconoscendo l'importanza dell'opera del volontariato e quindi prevedendo l'intervento dei volontari a fianco delle istituzioni.

Vengono tutelati i lavoratori dipendenti assicurando loro "ex lege" la possibilità di assentarsi dal posto di lavoro per la durata dell'intervento e tutti sono coperti da una polizza assicurativa R.C. ed infortuni. Inoltre viene prevista l'erogazione di contributi per l'acquisto di materiale e automezzi.

La nostra opera poteva quindi essere ora richiesta anche per interventi a carattere nazionale.

La nostra struttura, benchè abbastanza progredita, fu ancora rivista per poter far fronte alle nuove esigenze. Nel 1994 il nostro Consiglio Sezionale approvò il nuovo regolamento che costituiva l'unità di protezione civile con un Centro Operativo Sezionale e 4 squadre (la Sanitaria, le Trasmissioni, il Logistico ed il Pronto Intervento, pronto a mobilitarsi entro 6 ore), a livello sezionale, di supporto a tutte le altre 16 operative nei vari comuni.

Proprio nel 1994, a causa dell'alluvione di Alessandria, il Dipartimento di Protezione Civile Nazionale inizia a richiedere ufficialmente l'intervento degli alpini, come poi continuerà a fare in tutte le successive calamità che hanno purtroppo colpito il nostro paese.


2284367 visite

TrasmissioniAnaVicenza

Tel: 3470960980
Email: info@trasmissionianavicenza.it